CONFESERCENTI PRATO: LE IMPRESE COMMERCIALI NON POSSONO SOSTENERE UN ULTERIORE AUMENTO DELLA TARI. LA POLITICA SI DECIDA SULL’IMPIANTO TERMOVALORIZZATORE

Con l’assemblea dei sindaci di Ato Toscana centro che ha approvato i piani economici finanziari (Pef) siamo entrati nella fase in cui i Comuni stabiliranno le nuove tariffe. Dopo due anni di pandemia, con i lockdown e relative chiusure forzate, l’aumento delle bollette e la guerra in Ucraina se le tariffe TARI venissero aumentate per le piccole e medie imprese si andrebbe incontro ad una tempesta perfetta. Secondo Confesercenti Prato l’obiettivo che si deve raggiungere nel nuovo piano tariffario deve essere quello di non aumentare i costi per cittadini, famiglie ed imprese, favorendo le imprese commerciali e gli artigiani, categorie che sostengono la crescita del nostro tessuto sociale.

Sappiamo perfettamente la situazione drammatica che si prospetterebbe nel momento in cui i Comuni deliberassero di aumentare la TARI. La Confesercenti di Prato come già più volte sottolineato, è pronta a collaborare con senso di responsabilità, ma da parte dei Comuni occorre una vera apertura e disponibilità nei confronti delle nostre imprese, che non possono assolutamente sostenere questa nuova improponibile mazzata Tari.


“Più che una tassa legata ad un servizio – sottolinea – Stefano Bonfanti presidente provinciale di Confesercenti – la Tari sembra essere ormai diventata un’imposta locale basata sulla superficie dell’attività e del tutto slegata dalla effettiva produzione di rifiuti e dall’efficienza dei sistemi di raccolta. Un tributo salatissimo, che praticamente in tutti i comuni non appare proporzionato né ai consumi prodotti né al servizio ricevuto e che sta mettendo in ginocchio le imprese del commercio e del turismo. Il prelievo della Tassa sui Rifiuti è cresciuto continuamente negli anni, non solo per le imprese ‘inquinanti’, ma anche per quelle più attente, che riciclano e producono meno rifiuti. È evidente, a questo punto, che occorra rivedere al più presto la struttura dell’attuale sistema di prelievo, ridefinendo con maggiore puntualità coefficienti e voci di costi in base al tipo e al quantitativo e qualità di rifiuti effettivamente prodotti, premiando piuttosto chi mette in atto azioni di riduzione della produzione dei rifiuti e chi ricicla. Occorre quindi non solo scongiurare gli aumenti ma anche provvedere ad una riduzione per quanto riguarda la tassa sui rifiuti. L’aumento dei costi è legato essenzialmente ai costi per smaltimento. È necessario che la politica locale di decida ad individuare e realizzare l’impianto termovalorizzatore che consentirebbe di chiudere il ciclo dei rifiuti ed evitare di spedire i nostri rifiuti non differenziabili in discariche e impianti del Nord-Italia a costi elevati”.

TARI (TASSA RIFIUTI) – RIDUZIONI TARIFFARIE

Vi informiamo che le aziende che producono rifiuti deperibili (ad es. bar, ristoranti, ortofrutta, pescherie, pizze a taglio, alimentari, pasticcerie, ecc.) e le aziende che hanno aderito al sistema di raccolta differenziata svolto da Alia (raccolta differenziata carta), hanno la possibilità di richiedere una riduzione della tariffa TARI (che vi verrà applicata nel corso dell’anno 2022) presentando una apposita domanda.

Confesercenti Prato, con il servizio Azienda Sicura, è a vostra disposizione per seguire tutta la pratica di richiesta della riduzione tariffaria compresa la relativa presentazione.

Chi volesse usufruire di questa opportunità o desiderasse avere maggiori informazioni può contattare Alice Beccia al numero di telefono 0574-40291 entro il 27 maggio 2022 .

Ricordiamo inoltre che, per ottenere la riduzione, la relativa domanda deve essere presentata ogni anno, pertanto anche chi avesse già compilato il modulo lo scorso anno deve rinnovare la procedura anche per l’anno in corso.

Al momento della richiesta si prega di presentarsi con una copia della fattura TARI.

Se vuoi avere maggiori informazioni contattaci al numero 0574 40291 oppure inviaci i tuoi contatti compilando il form qui sotto e ti ricontatteremo al più presto:

Ragione sociale
Email
Telefono
Grazie! Ti ricontattaremo al più presto!
There has been some error while submitting the form. Please verify all form fields again.

TARI, CONFESERCENTI: “BENE IL PROVVEDIMENTO DEL COMUNE CHE AZZERA LA TARI PER ALCUNE CATEGORIE COMMERCIALI”

RENZO BELLANDI, PRESIDENTE DELLA FIEPET CONFESERCENTI PRATO: “DECISIONE CHE ACCOGLIE LE NOSTRE RICHIESTE”

Confesercenti Prato plaude al Comune di Prato, “La scelta di dare un importante segnale sostenendo le imprese maggiormente colpite dagli effetti economici di questa pandemia, è un segnale di ripartenza e di speranza e pertanto non possiamo che ringraziare l’amministrazione comunale per aver fatto questa apprezzabile scelta”, commenta il Presidente Stefano Bonfanti.

Così come sottolineato da Renzo Bellandi, Presidente Fiepet Confesercenti Prato: “Noi lo abbiamo sempre sostenuto, la Tari si poteva e si doveva ridurre in questa fase drammatica di pandemia, rimodulando le tariffe per alcune categorie commerciali che più di altre hanno subito le restrizioni. Siamo davvero soddisfatti, quindi, che il Comune di Prato abbia accolto le nostre richieste. Le bollette dei rifiuti per il secondo semestre 2021 che stanno arrivando in questi giorni sono a zero. In questi mesi abbiamo fatto pressioni con tutte le amministrazioni comunali affinché si uscisse dalla logica che la Tari dovendo coprire i costi del servizio, comunque, non poteva essere ridotta se non in una piccola percentuale sulla quota variabile. Diamo atto all’amministrazione comunale di Prato, al Sindaco Biffoni ed all’Assessore Squittieri, di aver compreso le difficoltà di alcune specifiche categorie commerciali predisponendo questa manovra davvero innovativa”.

E il Presidente Stefano Bonfanti aggiunge: “Uno sgravio che diventa una sorta di ulteriore contributo indiretto, di ristoro, che sicuramente farà bene alle imprese, soprattutto le più piccole, le più colpite. Non tutti potranno godere di questa misura che funziona come una sorta di mutua tra imprenditori, ovvero chi ha potuto stare aperto deve aiutare le altre imprese commerciali e l’economia cittadina a ripartire. Le bollette Tari a zero per alcune categorie sono un bel segnale e così Prato potrà continuare ad essere una città commercialmente importante. Ed a noi, ancora una volta, piace ricordarlo, dove vive il commercio, vivono le città”.

TARI (TASSA RIFIUTI) – RIDUZIONI TARIFFARIE

Vi informiamo che le aziende che producono rifiuti deperibili (ad es. bar, ristoranti, ortofrutta, pescherie, pizze a taglio, alimentari, pasticcerie, ecc.) e le aziende che hanno aderito al sistema di raccolta differenziata svolto da Alia (raccolta differenziata carta), hanno la possibilità di richiedere una riduzione della tariffa TARI (che vi verrà applicata nel corso dell’anno 2021) presentando una apposita domanda.

Confesercenti Prato, con il servizio Azienda Sicura, è a vostra disposizione per seguire tutta la pratica di richiesta della riduzione tariffaria compresa la relativa presentazione.

Chi volesse usufruire di questa opportunità o desiderasse avere maggiori informazioni può contattare Alice Beccia al numero di telefono 0574-40291 entro il 28 maggio 2021 .

Ricordiamo inoltre che, per ottenere la riduzione, la relativa domanda deve essere presentata ogni anno, pertanto anche chi avesse già compilato il modulo lo scorso anno deve rinnovare la procedura anche per l’anno in corso.

Segnaliamo inoltre che ci sono delle agevolazioni specifiche per le aziende che abbiano questi requisiti:

Star up innovativo: imprese iscritte nella sezione speciale del registro delle imprese riservata allo start up innovativo.

Imprenditoria giovanile:

  • età compresa tra 18 e 36 anni;
  • aver costituito nell’anno 2020 una nuova società sotto forma di s.n.c. – s.a.s – s.r.l. – s.p.a. – s.a.p.a. – s.s. – cooperative e piccole cooperative. Sono escluse le imprese individuali, le società di fatto e le società a responsabilità limitata con un unico socio.
  • deve trattarsi di una nuova iniziativa e non di un ampliamento, ammodernamento, riconversione o ristrutturazione di iniziative precedenti;

Al momento della richiesta si prega di presentarsi con una copia della fattura TARI.

Per ulteriori informazioni contattare i nostri uffici. Tel. 0574 40291

TARI, CONFESERCENTI PRATO SCRIVE AI SINDACI DELLA PROVINCIA DI PRATO PER CHIEDERE DI ABBATTERLA

Mauro Lassi presidente Confesercenti Prato “Abbiamo inviato a tutti i sindaci della Provincia di Prato una lettera  in cui chiediamo un abbattimento della Tari per i mesi dell’autunno – inverno in cui le imprese sono state chiuse.”

“Alla luce del difficile momento che stiamo vivendo a causa dell’emergenza Covid” spiega il Presidente Lassi “considerate le chiusure a cui le nostre imprese hanno dovuto sottostare nel periodo autunnale ed invernale in ‘zona rossa ed arancione’, abbiamo richiesto alle amministrazioni comunali di prevedere un abbattimento della tassa dei rifiuti così come fu fatto dopo il primo lockdown primaverile.

Alle aziende è già stata accreditata una riduzione nella bolletta del saldo con scadenza 2 dicembre (per il comune di Prato) ma tale agevolazione si riferiva alle chiusure del lockdown di marzo-maggio.

Confesercenti Prato ritiene che le Amministrazioni Comunali debbano adoperarsi per individuare ulteriori sconti sulla bolletta TARI per le chiusure che sono state previste con i DPCM di novembre e dicembre che di fatto hanno bloccato le attività nei comparti del commercio e della ristorazione.

Chiediamo che i Comuni siano vicini alle imprese colpite dall’emergenza coronavirus. E non lo siamo solo a parole. Siamo consapevoli delle difficoltà di bilancio in cui si trovano le Amministrazioni, come siamo consapevoli che la salute viene prima di tutto. Ma per tutelare la salute al meglio si deve sostenere chi è più colpito dalle misure di contenimento. Ovviamente ci aspettiamo dalle istituzioni locali e nazionali misure ben altrimenti strutturali, incisive e straordinarie come straordinaria è l’emergenza che rischia di mettere in ginocchio negozi, mercati e pubblici esercizi, ma intanto iniziamo con quello che è possibile fare e quello che chiediamo a proposito della Tari è sicuramente fattibile e con poco sforzo.

“La speranza” conclude Lassi “è che le amministrazioni comunali possano prendere in esame la nostra richiesta e quindi individuino le soluzioni idonee per dare la possibilità per le imprese del commercio e del terziario di riduzioni ed abbattimenti della Tari”.

SCADENZA TARI 2020

Per il Comune di Prato:

– da oggi è attivo il portale web per inviare la autodichiarazione per la conferma della riduzione TARI per Covid. Termine di presentazione 29 gennaio 2021.

– per le aziende che non hanno ricevuto in bolletta la riduzione COVID ma sono state chiuse nel periodo marzo – maggio per disposizione del DCPM  è necessario inviare una istanza ad Alia per pec.

per inviare la autodichiarazione sul portale web è necessario aver attivato SPID, CSN o essere registrati sul sito del Comune di Prato.
Confesercenti Prato ha attivato un servizio previa prenotazione al n.tel.0574-40291, per attivare la vostra SPID e compilare la autodichiarazione sul portale web del comune di Prato per confermare la riduzione covid.

Per i comuni di Vaiano, Carmignano e Poggio a Caiano

– in arrivo il saldo tari 2020. Qualora gli avvisi vengano consegnati in ritardo o in prossimità della scadenza, il pagamento è considerato correttamente eseguito quando il versamento viene effettuato entro 20 giorni dal ricevimento dell’avviso.

– per confermare la riduzione covid è necessario compilare la dichiarazione allegata in bolletta e inviarla per PEC ad Alia.

Termine di presentazione 31 gennaio 2021.

– per le aziende che non hanno ricevuto in bolletta la riduzione COVID ma sono state chiuse nel periodo marzo – maggio per disposizione del DPCM  è necessario inviare una istanza ad Alia per pec.

Per tutte le info rivolgersi in Confesercenti tel. 0574-40291

TARI (tassa rifiuti): RIDUZIONI TARIFFARIE

Vi informiamo che le aziende che producono rifiuti deperibili come le vostre (ad es. bar, ristoranti, ortofrutta, pescherie, pizze a taglio, alimentari, pasticcerie, ecc.) hanno la possibilità di richiedere una riduzione della tariffa TARI (che vi verrà applicata nel corso dell’anno 2020) presentando una apposita domanda.

Confesercenti Prato, con il servizio Azienda Sicura, è a vostra disposizione per seguire tutta la pratica di richiesta della riduzione tariffaria compresa la relativa presentazione.

Chi volesse usufruire di questa opportunità o desiderasse avere maggiori informazioni può contattare i numeri di telefono 0574-40291, o può rivolgersi presso l’ufficio Azienda Sicura  entro il 12 giugno  2020 .

Ricordiamo inoltre che, per ottenere la riduzione, la relativa domanda deve essere presentata ogni anno, pertanto anche chi avesse già compilato il modulo lo scorso anno deve rinnovare la procedura anche per l’anno in corso.

Segnaliamo inoltre che ci sono delle agevolazioni specifiche per le aziende che abbiano questi requisiti:

 Star up innovativo: imprese iscritte nella sezione speciale del registro delle imprese riservata allo start up innovativo.

Imprenditoria giovanile:

  • età compresa tra 18 e 36 anni;
  • aver costituito nell’anno 2019 una nuova società sotto forma di s.n.c. – s.a.s – s.r.l. – s.p.a. – s.a.p.a. – s.s. – cooperative e piccole cooperative. Sono escluse le imprese individuali, le società di fatto e le società a responsabilità limitata con un unico socio.
  • deve trattarsi di una nuova iniziativa e non di un ampliamento, ammodernamento, riconversione o ristrutturazione di iniziative precedenti;

Al momento della richiesta si prega di presentarsi con una copia della fattura TARI.

Per ulteriori informazioni, contattare l’ufficio Azienda Sicura al tel. 057440291

TARI, RIDUZIONI TARIFFARIE

CatturaVi informiamo che le aziende che producono rifiuti deperibili (ad es. bar, ristoranti, ortofrutta, pescherie, pizze a taglio, alimentari, pasticcerie, ecc.) hanno la possibilità di richiedere una riduzione della tariffa TARI (che vi verrà applicata nel corso dell’anno 2019) presentando una apposita domanda.

Confesercenti Prato, con il servizio Azienda Sicura, è a vostra disposizione per seguire tutta la pratica di richiesta della riduzione tariffaria compresa la relativa presentazione.

Chi volesse usufruire di questa opportunità o desiderasse avere maggiori informazioni può contattare i numeri di telefono 0574-40291, o può rivolgersi presso l’Ufficio Commerciale (Angela) entro il 30 Maggio  2019 .

Ricordiamo inoltre che, per ottenere la riduzione, la relativa domanda deve essere presentata ogni anno, pertanto anche chi avesse già compilato il modulo lo scorso anno deve rinnovare la procedura anche per l’anno in corso.

Segnaliamo inoltre che ci sono delle agevolazioni specifiche per le aziende che abbiano questi requisiti:

 Star up innovativo: imprese iscritte nella sezione speciale del registro delle imprese riservata allo start up innovativo.

Imprenditoria giovanile:

  • età compresa tra 18 e 36 anni;
  • aver costituito nell’anno 2018 una nuova società sotto forma di s.n.c. – s.a.s – s.r.l. – s.p.a. – s.a.p.a. – s.s. – cooperative e piccole cooperative. Sono escluse le imprese individuali, le società di fatto e le società a responsabilità limitata con un unico socio.
  • deve trattarsi di una nuova iniziativa e non di un ampliamento, ammodernamento, riconversione o ristrutturazione di iniziative precedenti;

Al momento della richiesta si prega di presentarsi con una copia della fattura TARI.