NO AL CARO BOLLETTE. A FIRENZE LA GRANDE MOBILITAZIONE DELLE PICCOLE IMPRESE

Lunedì 14 novembre su iniziativa delle associazioni di categoria regionali CNA, Confartigianato Imprese, Confcommercio e Confesercenti

Attesi 400 imprenditori da tutta la Toscana per il confronto che si terrà alle ore 10.30 nell’auditorium Al Duomo di via de’ Cerretani 54/r. Nelle prime file della platea i parlamentari eletti nei collegi toscani. Sul palco i presidenti delle quattro associazioni, che dialogheranno con la direttrice della Nazione Agnese Pini per sottolineare criticità da risolvere e opportunità da cogliere per salvare la piccola impresa in Italia.

L’obiettivo: ottenere dal Governo l’attenzione e gli interventi necessari.

Da Firenze torna a levarsi il grido delle piccole imprese soffocate dalla crisi, che ora chiedono al Governo interventi urgenti e risolutivi per salvare se stesse e l’occupazione. E lo faranno di fronte ai parlamentari eletti di fresco nei collegi elettorali toscani, tutti convocati alla grande assemblea che si terrà lunedì 14 novembre alle ore 10.30 nell’auditorium Al Duomo di via de’ Cerretani. Un’iniziativa ideata dalle associazioni di categoria regionali CNA, Confartigianato Imprese, Confcommercio, Confesercenti che per l’occasione promettono di portare nel capoluogo almeno 400 imprenditori da tutta la Toscana. 

L’obiettivo dichiarato della mobilitazione è rafforzare il pressing che le confederazioni nazionali della piccola impresa stanno già facendo al nuovo Governo, ma stavolta ripartendo da un confronto diretto con i parlamentari che rappresentano la Toscana sugli scranni di Montecitorio e Palazzo Madama. A loro saranno affidate nuovamente preoccupazioni e desiderata della categoria, con il caldo invito a farsene portatori a Roma. Fuori dalle logiche degli schieramenti politici, fuori dalle contrapposizioni ideologiche ma unicamente nell’interesse del territorio, che senza le sue imprese perderebbe importanti servizi, occupazione e benessere.

A snocciolare criticità congiunturali e di sistema dal palco dell’auditorium Al Duomo saranno i presidenti delle quattro associazioni: Luca Tonini per CNA Toscana, Luca Giusti per Confartigianato Imprese Toscana Aldo Cursano per Confcommercio Toscana e Nico Gronchi per Confesercenti Toscana. Incalzati dalle domande di Agnese Pini, direttrice delle testate del gruppo Editoriale Nazionale (QN Quotidiano Nazionale, il Resto del Carlino e Il Giorno), alla quale è stato affidato il compito di introdurre e moderare i lavori, i quattro metteranno sotto i riflettori i vari fattori di crisi che in questi mesi stanno minacciando la sopravvivenza di oltre 880mila micro e piccole imprese in Italia, per un totale di 3.529.000 addetti che potrebbero perdere il lavoro. In Toscana le imprese a rischio sono 63mila, per un totale di 228mila occupati.

Fra i temi caldi al centro del dibattito non ci sarà però solo il caro bollette, per quanto sia una delle emergenze più stringenti da affrontare, ma anche l’aumento dei costi delle materie prime, l’inflazione, la crisi dei consumi, le carenze logistiche ed infrastrutturali, le difficoltà legate al credito e alla ricerca di manodopera. Sullo sfondo, il difficile quadro internazionale aggravato dalla guerra in Ucraina, ma pure alcuni motivi di speranza, come le opportunità di crescita offerte a territori ed economia dai finanziamenti del PNRR.

Prioritaria, per le quattro associazioni di categoria toscane è la necessità di evitare che la crisi economica in atto nel nostro Paese si trasformi sempre di più in una crisi sociale, dalla quale sarebbe ancora più difficile uscire.

Da qui, il richiamo forte alla responsabilità della politica, che deve tornare ad essere consapevole dei problemi del paese reale e ad avere un ruolo attivo verso le imprese. E sarà proprio questo richiamo alla responsabilità ad andare in scena sul palco fiorentino lunedì 14 novembre.

LE IMPRESE IN TOSCANA

In Toscana sono iscritte agli elenchi camerali 446.289 imprese (sedi e unità locali comprese), per un totale di oltre un milione e 200mila dipendenti (1.269.940). Di queste imprese, il 96% (428.017) ha meno di 50 addetti.

IL BIGNAMI DEL RISPARMIATORE: SEMPLICI REGOLE PER NAVIGARE NEL DIFFICILE MONDO DEL RISPARMIO, INCONTRO DEL 24 OTTOBRE 2022

Lunedì 24 Ottobre alle ore 14.30 presso la nostra sede di Via Pomeria 71/B

si terrà l’iniziativa “Pianifica la mente- metti in conto i tuoi sogni”

organizzata con Anasf, l’Associazione Nazionale dei Consulenti Finanziari

Un evento per avvicinare i cittadini ai temi del risparmio e della pianificazione.

Il seminario sarà tenuto da Lorenzo Magelli, Coordinatore Territoriale Toscana Anasf che ci parlerà di pianificazione strategica dei risparmi, uno strumento fondamentale per fare buoni investimenti, oltre che un mezzo utile ai risparmiatori per migliorare la loro condizione economica anche attraverso un’attenta valutazione dei rischi.

L’ingresso è gratuito ma è obbligatoria la prenotazione.

Per prenotarti compila i seguenti dati:

Nome
Cognome
Telefono (cellulare)
Email
Grazie per esserti registrato!

DA CHIOSTRO A CHIOSTRO: ASSAPORA LE ECCELLENZE DI PRATO

Lunedì 4 e Martedì 5 Luglio

vieni ad assaporare le eccellenze di Prato in due luoghi aperti, unici e suggestivi

I ristoratori e i maestri pasticceri di Prato ti aspettano al Chiostro di San Domenico e al Chiostro del Duomo con il meglio dell’enogastronomia locale

CHIOSTRO DI SAN DOMENICO
(Piazza San Domenico – Prato)

le proposte degli chef di

CALAMAI CATERING RICEVIMENTI

G…I DOC RISTOBISTRÒ

IL FIENILE

INTERLUDIO IL RISTORANTE

LE GARAGE BISTROT

MAG56

MEGABONO

OSTERIA LE 100 BUCHE

SAPORÈ PRATO

CHIOSTRO DEL DUOMO
(Piazza del Duomo – Prato)

i dessert dei pasticceri pratesi di

PASTICCERIA GUASTINI

PASTICCERIA MANNORI

PASTICCERIA NUOVO MONDO

PASTICCERA PERUZZI

Ad accompagnare le serate ci sarà musica live jazz nel Chiostro di San Domenico e Dj set nel Chiostro del Duomo

INGRESSO LIBERO
Consumazioni acquistabili tramite token la sera dell’evento, su Ticketone.it, presso la sede di Fonderia Cultart (Via San Giovanni 9 Prato) oppure presso la nostra sede (Via Pomeria 71/B Prato) fino a venerdì 1 luglio nei seguenti orari:
Lunedì: 08. 30 – 12.30/ 14.00 – 17.30
Martedì: 08. 30 – 12.30/ 14.00 – 17.30
Mercoledì: 08. 30 – 12.30/ 14.00 – 17.30
Giovedì: 08. 30 – 12.30/ 14.00 – 17.30
Venerdì: 08.30 – 12.30

E’ possibile acquistare sia piatti singoli (antipasti, primi, secondi, dolci, bevute) al prezzo indicato nel menù oppure pacchetti

il menù:

Per informazioni:
CONFESERCENTI PRATO
Via Pomeria 71/B – Tel. 0574 40291

INIZIATIVE BUONI PASTO. 15 GIUGNO 2022 GIORNATA DI MOBILITAZIONE

Una giornata di mobilitazione delle imprese della somministrazione e della distribuzione commerciale alimentare

Per il prossimo 15 giugno, in accordo con ANCD Conad, ANCC Coop, Federdistribuzione, FIDA e Fipe Confcommercio, è stata organizzata una giornata di mobilitazione delle imprese della somministrazione e della distribuzione commerciale alimentare.

L’obiettivo è sensibilizzare Governo, Consip e opinione pubblica sulle criticità legate alla gestione dei buoni pasto, un sistema dai costi ormai insostenibili per le imprese, cui viene imposta una ‘tassa occulta’ vicina al 30% del valore dei buoni stessi.

Per protestare contro questa stortura e chiederne la correzione, il prossimo 15 giugno le imprese aderenti all’iniziativa non accetteranno buoni pasti per tutta la giornata.

Un’azione di protesta che rappresenta il culmine della campagna di sensibilizzazione delle imprese, iniziata lo scorso 7 maggio con la Conferenza congiunta delle Associazioni firmatarie dell’iniziativa, mirata a chiedere una riforma del sistema di erogazione dei buoni che parta da due punti fondamentali: la salvaguardia del valore nominale dei titoli e la definizione di tempi certi di rimborso da parte delle società emettitrici.

In particolare, il giorno 8 giugno ed il giorno 15 giugno sui principali quotidiani nazionali usciranno le pagine a pagamento che vi anticipiamo in allegato.

Vi inviamo, inoltre, la locandina da affiggere all’interno e all’esterno dei locali delle vostre imprese.

Consigliamo di affiggere in anticipo la locandina, a partire quindi da giovedì 9 giugno, per avvisare la clientela della mancata accettazione dei buoni pasto il giorno mercoledì 15 giugno.

Locandina da affiggere

Pagina Pubblicitaria 8 giugno

Pagina pubblicitaria 15 giugno

LA PASQUA CHE VORREI.. A MONTEMURLO

DA SABATO 2 A GIOVEDI’ 14 APRILE

COME FUNZIONA?

1- Fatti una foto in una delle attività aderenti con la shopper del tuo acquisto

2- Invia la foto al numero Whatsapp 3771745809

Le foto ricevute verranno pubblicate sulla pagina Instagram @lapasqua.chevorrei e le 5 foto che riceveranno più like si aggiudicheranno un regalo di Pasqua speciale offerto dai commercianti di Montemurlo!

Venerdì 15 Aprile alle ore 11.30 presso la sede di Confesercenti a Montemurlo, in Via Rubicone 21, si svolgerà la consegna dei regali.

REGALO DI…VINO: SCEGLI UNA DATA E IL RISTORANTE… AL VINO CI PENSIAMO NOI!

Dal 22 Marzo all’8 Aprile, grazie all’iniziativa “Regali di… vino”*, organizzata da Confesercenti Prato e Confesercenti Pistoia, hai la possibilità di cenare in uno dei ristoranti proposti e ricevere in regalo una bottiglia di vino!

Clicca sull’immagine di seguito per scoprire tutte le date delle serate e i ristoranti aderenti:

E’ consigliata la prenotazione

“CREA IL TUO PRESEPE A MONTEMURLO” DOMENICA 12 DICEMBRE

DOMENICA 12 DICEMBRE DALLE ORE 16:00 ALLE 18:30

Colleziona i personaggi tipici del presepe all’interno delle attività aderenti e componi il tuo personale presepe su un foglio A4!

I disegni dei presepi che ci verranno inviati all’indirizzo di posta elettronica direzione@confesercenti.prato.it o su whatsapp al numero 3771745809, verranno pubblicati sui nostri canali social.

Attenzione: se pescherete il personaggio con dietro un simbolo di Natale, dal commerciante un dolce regalo fatevi dare!

CENTRO COMMERCIALE NATURALE: HAPPY SHOPPING A VAIANO TRE GIORNI A SETTIMANA FINO A FINE LUGLIO

Shopping di sera in centro a Vaiano Aperture straordinarie anti crisi

Centro commerciale naturale: mercoledì, giovedì e venerdì vetrine accese nei 20 negozi fino a fine luglio

I commercianti del Centro Commerciale Naturale di Vaiano hanno organizzato una bella iniziativa che vedrà le vetrine accese ed i negozi aperti per uno shopping nelle ore serali fino alle 23 per tre giorni a settimana (mercoledì, giovedì e venerdì) a partire dal 17 giugno fino alla fine di luglio.

Nei mesi estivi in via Braga potrete quindi godere del fresco della vallata e ristorare nelle piazze attrezzate per prendere un caffè/cenare/fare un aperitivo/un gelato.

Durante i mesi più duri del coronavirus una delle riscoperte è stata quella dell’importanza dei negozi di vicinato: scambiare sotto casa quattro chiacchiere col negoziante mentre si fa la spesa, fa anche sentire meno soli in una fase così delicata come quella che ha attraversato e sta attraversando il Paese. Tra chi vende e chi compra sembra essere ritornato quel “contatto” umano tipico delle botteghe di una volta, insieme a una maturata consapevolezza da parte di tutti che comprare nella propria città è un gesto di appartenenza a una comunità.

STOP ALLE TRUFFE AGLI ANZIANI: UN NUOVO INCONTRO IL 10 MARZO

“Stop alle truffe agli anziani”: appuntamento a Borgonuovo per mettere in guardia dai malintenzionati.

L’iniziativa per Fipac Confesercenti Prato “Stop alle truffe agli anziani” organizzata per Martedì 10 Marzo alle ore 15.00 al Circolo Arci Borgonuovo è stata rinviata a data da destinarsi.

Non si ferma, quindi, l‘impegno di Confesercenti verso la sensibilizzazione e l’informazione delle persone più anziane: il successo di pubblico riscontrato nelle precedenti iniziative ci spinge a proseguire su questa strada continuando ad organizzare incontri in diverse frazioni di Prato per entrare in contatto con più persone possibile. Il nostro obiettivo è quello di innalzare il livello di attenzione contro quei comportamenti truffaldini sempre più frequenti verso gli anziani. A volte piccole accortezze possono essere sufficienti per evitare danni e truffe che potrebbero rivelarsi estremamente dannose.
Saranno presenti il sindaco di Prato Matteo Biffoni, il Maggiore Lorenzo Pecorella del comando provinciale dell’Arma dei Carabinieri, il Presidente Regionale Fipac Fosco Tornani, il Presidente Fipac di Prato Marcello Miracco e il Presidente del circolo Andrea Landi.

Incontro tra il Ministro Gian Marco Centinaio e le Categorie Economiche Produttive della Toscana

58576579_2183117478439494_801926108478963712_oNella mattinata di venerdì 26 aprile 2019, presso la Villa Poggio Imperiale di Firenze, si è tenuto l’incontro tra il Ministro dell’agricoltura e del turismo Gian Marco Centinaio e le Categorie Economiche Produttive della  Toscana, protagoniste nel settore dell’accoglienza, della produzione, del turismo e della promozione del nostro territorio nel mondo.

A questo proposito, il direttore di Confesercenti Toscana Massimo Biagioni è intervenuto presentando proposte ed osservazioni concrete, tra le quali:

· La necessità di una politica nazionale sul settore del turismo, che non si limiti ad immagini e slogan, ma che promuova strutture, enti, norme e leggi;

· Riguardo ai Balneari e la Bolkenstein, occorre risolvere la situazione degli incamerati non in grado di sopportare l’onere di canoni calcolati su base dei valori OMI;

. Le Guide Turistiche: fuori dalla Bolkenstein?

· La necessità della regolamentazione delle locazioni turistiche, di formazione del personale da indirizzare nelle imprese turistiche, della riforma dell’Enit, del riordino del Titolo V° della  Costituzione (che consente a ciascuna regione di muoversi in totale autonomia in materia di turismo) e di revisione della quota dell’IVA, troppo alta per concorrere con i competitori esteri e se dovesse aumentare ciò sarebbe ancor più un limite;

. La tassa di soggiorno

. La burocrazia asfissiante

· L’incentivazione di una collaborazione tra il settore pubblico e quello privato e la coordinazione tra Governo, Regioni, Territorio ed Imprese, che devono marciare insieme.

Il Ministro Gian Marco Centinaio ha ascoltato le proposte ed ha sottolineato come il turismo sia un ministero difficile e che, per il fatto che la Costituzione dà piena autonomia alle Regioni, lui si ritrovi a dover trattare con venti stati-regione autonomi. In questo senso uno degli obiettivi è la creazione di un testo unico nazionale sul turismo, sul quale il governo sta lavorando per promuovere anche i territori limitrofi a città d’arte come Roma, Venezia e appunto Firenze. Oltre alla lotta all’abusivismo nel turismo con l’istituzione di un codice identificativo per tutte le strutture ricettive, tassa di soggiorno uguale in tutta Italia e destagionalizzazione del periodo turistico nelle città d’arte.