ASSEGNAZIONE D’UFFICIO DEL DOMICILIO DIGITALE (PEC)

L’art. 37 del c.d. decreto Semplificazione, D.L. n. 76/2020 (“Disposizioni per favorire l’utilizzo della posta elettronica certificata nei rapporti tra Amministrazione, imprese e professionisti”), ha stabilito l’obbligo per tutte le società e le imprese individuali, che non abbiano già provveduto all’adempimento, di comunicare il proprio domicilio digitale (indirizzo PEC – Posta Elettronica Certificata) al Registro delle imprese.
La mancata comunicazione al Registro delle Imprese comporterà l’assegnazione d’ufficio all’impresa di un domicilio digitale e la contestuale irrogazione di una sanzione amministrativa in misura ridotta a carico di ciascun trasgressore, sanzione che per le società sarà di 412,00 euro e per le imprese individuali di 60,00 euro, oltre alle spese di procedimento.


Il domicilio digitale assegnato d’ufficio dalla Camera di Commercio sarà così formato:
CODICEFISCALEIMPRESA@IMPRESA.ITALIA.IT.
Sarà attivo solo in ricezione e sarà automaticamente inserito e consultabile negli elenchi INI- PEC. Tutti potranno notificare atti all’impresa (es. Agenzia delle Entrate e altre PPAA, autorità giudiziarie, privati ecc.); infatti, il domicilio digitale è abilitato a ricevere comunicazioni e notifiche con valore legale.
Sarà accessibile dal rappresentante dell’impresa mediante SPID o CNS, tramite il cassetto digitale dell’imprenditore (impresa.italia.it).


Con determinazione del Conservatore n. 182 del 9 settembre 2022 (consultabile nella sezione “Amministrazione Trasparente” del sito camerale) sono stati definiti i criteri operativi per l’assegnazione d’ufficio dei domicili digitali.


Si ritiene opportuno segnalare che la Camera di Commercio di Pistoia-Prato avvierà nelle prossime settimane il procedimento di assegnazione d’ufficio dei domicili digitali con contestuale irrogazione delle sanzioni. Pertanto, le imprese sono invitate a procedere quanto prima all’adempimento omesso comunicando il proprio domicilio digitale (PEC) al Registro delle imprese, evitando così il procedimento d’ufficio e l’applicazione della sanzione. L’iscrizione del domicilio digitale nel Registro delle imprese e le sue successive eventuali variazioni sono esenti dal pagamento dell’imposta di bollo e dei diritti di segreteria.

BANDO VOUCHER DIGITALI 14.0 CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO PARI AL 50% FINO A 4.000 EURO

La Camera di Commercio di Pistoia-Prato, nell’ambito delle attività previste dal Piano Transizione 4.0 intende promuovere la diffusione della cultura e della pratica digitale nelle Micro, Piccole e Medie imprese di tutti i settori economici attraverso il sostegno economico alle iniziative di digitalizzazione.

Nello specifico, con l’iniziativa “Bando contributi digitali I4.0 – Anno 2022”, si propone una misura che risponde ai seguenti obiettivi:

  • sviluppare la capacità di collaborazione tra MPMI e tra esse e soggetti altamente qualificati nel campo dell’utilizzo delle tecnologie I4.0, attraverso la realizzazione di progetti mirati all’introduzione di nuovi modelli di business 4.0 e modelli green oriented;
  • promuovere l’utilizzo, da parte delle MPMI della circoscrizione territoriale camerale, di servizi o soluzioni focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie digitali in attuazione della strategia definita nel Piano Transizione 4.0;
  • favorire interventi di digitalizzazione e automazione funzionali alla continuità operativa delle imprese durante l’emergenza sanitaria da Covid-19 e alla ripartenza nella fase post-emergenziale.

Beneficiari

Sono beneficiarie del bando le micro, piccole e medie imprese della Camera di Commercio di Prato.

Devono avere le seguenti caratteristiche:

  • avere sede legale nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di Pistoia-Prato,
  • essere attive e in regola con l’iscrizione al Registro delle Imprese
  • essere in regola con il pagamento del diritto annuale.
  • non si devono trovare in stato di fallimento, di liquidazione (anche volontaria), di amministrazione controllata, di concordato preventivo o in qualsiasi altra situazione equivalente secondo la normativa vigente; devono avere legali rappresentanti, amministratori (con o senza poteri di rappresentanza) e soci per i quali non sussistano cause di divieto, di decadenza, di sospensione.
  • non devono avere al momento della liquidazione del contributo forniture di servizi in essere con la Camera di Commercio di Pistoia-Prato.
  • devono aver assolto agli obblighi contributivi.

La mancanza anche di uno solo dei suddetti requisiti comporta l’inammissibilità della domanda.

Agevolazione

Contributi a fondo perduto pari al 50% dell’importo complessivo delle spese ammesse e sostenute fino a un importo massimo di € 4.000,00, oltre la premialità € 250,00 per le imprese in possesso del rating di legalità.
Per essere ammessi al contributo i progetti devono superare un importo minimo di € 3.000,00.

Scadenza

Domande presentabili dalle ore 18:00 del 16/05/2022 alle ore 23:59 del 15/10/2022.

Interventi ammessi

Sono agevolabili le spese per:

  • servizi di consulenza e/o formazione relativi ad una o più tecnologie tra quelle previste all’art. 2, comma 3 del presente bando (tali spese devono rappresentare almeno il 30% dei costi ammissibili).
  • acquisto di beni strumentalmateriali e immateriali (nel limite massimo del 70% dei costi ammissibili), funzionali all’introduzione delle tecnologie abilitanti di cui all’Elenco 1 del bando ed eventualmente di una o più tecnologie dell’Elenco 2, di cui all’articolo 2, comma 3 del bando purchè propedeutiche o complementari a quelle previste all’Elenco 1.

Gli ambiti tecnologici di innovazione digitale ricompresi nel presente Bando dovranno riguardare
almeno una tecnologia dell’Elenco 1 con l’eventuale aggiunta di una o più tecnologie dell’Elenco 2.
– Elenco 1:
a) Robotica avanzata e collaborativa;
b) Interfaccia uomo-macchina;
c) manifattura additiva e stampa 3D;
d) prototipazione rapida;
e) internet delle cose e delle macchine;
f) cloud, High Performance Computing – HPC, fog e quantum computing;
g) soluzioni di cyber security e business continuity(es. CEI –cyber exposure index,
vulnerability assessment, penetration testing etc);
h) big data e analytics;
i) intelligenza artificiale;

j) blockchain;
k) soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa (realtà
aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D);
l) simulazione e sistemi cyber-fisici;
m) integrazione verticale e orizzontale;
n) soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain;
o) soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con
elevate caratteristiche di integrazione delle attività (ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM,
incluse le tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode, etc).


– Elenco 2:
a) sistemi di pagamento mobile e/o via Internet;
b) sistemi fintech;
c) sistemi EDI, electronic data interchange;
d) geolocalizzazione;
e) tecnologie per l’in-store customer experience;
f) system integration applicata all’automazione dei processi;
g) tecnologie della Next Production Revolution (NPR);
h) programmi di digital marketing;
i) soluzioni tecnologiche per la transizione ecologica;
j) connettività a Banda Ultralarga;
k) sistemi per lo smart working e il telelavoro;
l) sistemi di e-commerce;
m) soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita per
favorire forme di distanziamento sociale dettate dalle misure di contenimento legate
all’emergenza sanitaria da Covid-19

BANDO CAMERA DI COMMERCIO PER CONTRIBUTI DIGITALI

E’ uscito un bando della Camera di Commercio di Prato e Pistoia “Bando contributi digitali I4.0 – Anno 2021”

Beneficiari: possono beneficiare delle agevolazioni di cui al presente Bando le micro, piccole e medie imprese come definite dall’Allegato 1 al Regolamento n. 651/2014 della Commissione Europea, aventi sede legale e/o unità locali nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di Prato-Pistoia, attive e in regola con l’iscrizione al Registro delle Imprese e con il pagamento del diritto annuale e devono aver assolto agli obblighi contributivi.

L’obiettivo della presente misura agevolativa consiste nel sostegno economico alle iniziative di digitalizzazione, anche finalizzate all’attuazione di approcci green-oriented, con lo scopo di promuovere l’utilizzo di servizi e soluzioni focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie digital-based.

Contributo: le agevolazioni saranno accordate sotto forma di contributo a fondo perduto. I contributi copriranno il 70% dell’importo complessivo delle spese ammesse ed effettivamente sostenute e avranno un importo massimo di € 6.000,00. Per essere ammessi al contributo i progetti devono superare un importo minimo di € 3.000,00.

Progetti:

Progetti che prevedono interventi di innovazione digitale riguardanti:

  • servizi di consulenza e/o formazione relativi ad una o più tecnologie tra queste:
  1. a) robotica avanzata e collaborativa;
  2. b) interfaccia uomo-macchina;
  3. c) manifattura additiva e stampa 3D;
  4. d) prototipazione rapida;
  5. e) internet delle cose e delle macchine;
  6. f) cloud, fog e quantum computing;
  7. g) cyber security e business continuity;
  8. h) big data e analytics;
  9. i) intelligenza artificiale;
  10. j) blockchain;
  11. k) soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D);
  12. l) simulazione e sistemi cyberfisici;
  13. m) integrazione verticale e orizzontale;
  14. n) soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain;
  15. o) soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività (ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, incluse le tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode, etc);
  16. p) sistemi di e-commerce;
  17. q) sistemi per lo smart working e il telelavoro;
  18. r) soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita per favorire forme di distanziamento sociale dettate dalle misure di contenimento legate all’emergenza sanitaria da Covid-19;
  19. s) connettività a Banda Ultralarga.
  • acquisto di beni e servizi strumentali, inclusi dispositivi e spese di connessione, purché propedeutiche o complementari a quelle previste al precedente Elenco
  1. a) sistemi di pagamento mobile e/o via Internet;
  2. b) sistemi fintech;
  3. c) sistemi EDI, electronic data interchange;
  4. d) geolocalizzazione;
  5. e) tecnologie per l’in-store customer experience;
  6. f) system integration applicata all’automazione dei processi;
  7. g) tecnologie della Next Production Revolution (NPR);
  8. h) programmi di digital marketing;
  9. i) soluzioni tecnologiche per la transizione ecologica.

Spese ammissibili:

Al momento della presentazione della domanda i progetti possono essere di due tipologie:

  • già terminati;
  • non ancora iniziati o in fase di realizzazione.                                                                                                                      

Tutte le spese devono essere sostenute a partire dal 1° gennaio 2021

La presentazione della domanda dovrà avvenire dal 29/04/2021 al 30/06/2021 provvista di tutto l’appartato documentale previsto dal Bando. Le domande ammissibili verranno finanziate fino ad esaurimento dello stanziamento, seguendo il criterio di precedenza cronologica di presentazione.

Per ulteriori informazioni contattare i nostri uffici. Tel. 0574 40291

CCIAA FIRENZE CONTRIBUTI PER L’ACQUISTO DEI REGISTRATORI DI CASSA

Disciplinare a favore delle PMI della città metropolitana di Firenze per l’acquisto e/o l’adeguamento dei registratori di cassa – anno 2019

La Camera di Commercio di Firenze ha emanato un Disciplinare rivolto alle imprese della città Metropolitana che prevede un contributo per l’acquisto e/o l’adeguamento dei registratori di cassa.

A chi è destinato:

Possono beneficiare dell’intervento camerale le imprese che, al momento della presentazione della domanda di contributo, risultano:

– attive;
– avere sede legale e/o operativa iscritta al Registro delle Imprese di Firenze;
– in regola con il pagamento del diritto annuale;
– essere in regola con gli adempimenti previdenziali ed assistenziali (DURC);
– in possesso dei requisiti di micro, piccola e media impresa come definiti dal Decreto del Ministero delle Attività produttive 18.04.2005 secondi i dati ricavabili dall’ultimo esercizio contabile approvato;
– non soggette alle procedure concorsuali di cui al R.D. 16.03.1942, n. 267 e successive modificazioni e non essere in fase di liquidazione;
– non avere in corso contratti di fornitura di servizi, anche a titolo gratuito, con la Camera di Commercio di Firenze, ai sensi dell’articolo 4, comma 6 del D.L. 06.07.2012, n. 95 (convertito nella L. 07.08.2012, n. 135).
Le domande di contributo presentate da imprese non in regola con gli adempimenti previdenziali ed assistenziali (DURC), di cui al comma 1, lettera e. succitata, non potranno essere regolarizzate e saranno archiviate con provvedimento dirigenziale.

Descrizione dell’intervento:

La Camera di Commercio di Firenze ha destinato la somma di € 43.000,00 per favorire l’acquisto di registratori  telematici e/o l’adeguamento di registratori di cassa da parte delle imprese della città metropolitana di Firenze per le quali, ai sensi dell’articolo 2 del D. Lgs. 5 agosto 2015, n. 127, è previsto l’obbligo della trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri all’Agenzia delle Entrate.

Sono ammissibili le spese sostenute per l’acquisto e/o l’adeguamento dei registratori di cassa effettuate dal 1° Gennaio al 31 Dicembre 2019 (con consegna dei beni nello stesso periodo).

Non sono ammissibili le spese fatturate da fornitori riconducibili all’impresa beneficiaria.

Ammontare del contributo:

Il contributo ammonterà al 50% delle spese sostenute per l’acquisto di registratori telematici e/o l’adeguamento di registratori di cassa, al netto di Iva, con un minimo di spese ammissibili di € 200,00 (Iva esclusa) per ciascuna impresa partecipante ed un massimale pari ad € 500,00 per ogni impresa richiedente.

L’ufficio, in sede di istruttoria, verificherà i modelli dei registratori nuovi o da adeguare al seguente link del sito dell’Agenzia delle Entrate:

https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/web/guest/schede/istanze/scheda-misuratori-fiscali/elenco-delle-societa-titolari-dei-provvedimenti-di-approvazione-imprese 

Documentazione necessaria:

1)  domanda di contributo sottoscritta dal titolare o legale rappresentante con firma digitale o con firma autografa corredata dalla copia del documento di identità dello stesso;

2)  copia delle fatture relative alle spese sostenute;

3)  copia delle quietanze di pagamento ad esse relative rientranti nel seguente elenco:

Pagamenti con assegno bancario non trasferibile: si accettano dietro presentazione di fotocopia dell’assegno, nel quale siano riportati gli estremi della fattura pagata, unitamente all’estratto conto del traente;
– Pagamenti tramite bonifico bancario: ammessi con la presentazione di ricevuta della banca per il bonifico effettuato oppure richiesta di bonifico e numero di cro corrispondente (non è sufficiente l’ordine di bonifico);
– Pagamenti tramite POS: occorre ricevuta bancomat o ricevuta carta di credito unitamente all’estratto conto da cui si desuma il relativo addebito;
– Pagamenti tramite home banking: occorre la registrazione del pagamento rilasciato on line dal sistema elettronico con evidenza del beneficiario finale a cui si riferisce;
– Pagamenti tramite RI.BA: occorre l’avviso o l’elenco degli effetti in scadenza accompagnata dall’estratto conto da cui si evinca il relativo addebito oppure ricevuta di pagamento dell’effetto;
– Pagamenti certificati da soggetti quali poste/banca/comune ed altri enti pubblici: si richiede la ricevuta rilasciata dall’Ente o dall’Istituto di credito.

Termini e modalità di presentazione della richiesta:

La domanda, completa della documentazione richiesta, potrà essere inviata dall’11 novembre al 31 gennaio 2020 – salvo esaurimento dei fondi stanziati – all’indirizzo di posta elettronica certificata cciaa.firenze@fi.legalmail.camcom.it

Per ulteriori informazioni rivolgersi all’ufficio commerciale, tel 057440291

Arrivederci Estate – Sfilada di Moda 29 Settembre 2019

Domenica 29 settembre 2019 alle ore 17:30, presso l’Auditorium Camera di Commercio Prato (Via Pelagatti, 17), si terrà la XXII Edizione di Arrivederci Estate – Sfilata di Moda, un evento unico durante il quale verranno presentate le collezioni Autunno-Inverno 2019/2020.

Catturadoc09932420190918111021_001