Linee guida Attività Economiche, Produttive e Ricreative aggiornato al 6 agosto 2020


pdfNuove disposizioni per tutte le attività in vigore dal 17 maggio 2020
Con una nuova Ordinanza (la n. 57) la Regione Toscana ha disposto le nuove prescrizioni per la sicurezza nei luoghi di lavoro e attività economiche. Riguardano TUTTE le attività.
linee indirizzo- Professioni della montagna (guide alpine e maestri di sci) e guide turistiche

NEGOZI

ACCESSO AL NEGOZIO

  • obbligo di accessi regolamentati e scaglionati con percorsi diversi, se possibile, di entrata e uscita  ATTENZIONE ! DALL’8 GIUGNO 2020, CON L’ORDINANZA 62 DELLA REGIONE TOSCANA, VIENE  ELIMINATO L’OBBLIGO DI FAR ENTRARE UN SOLO CLIENTE PER VOLTA NEI NEGOZI DI DIMENSIONE INFERIORE AI 40 MQ. 
  • ingressi per non più di una persona a famiglia (salvo casi di bambini e persone non autosufficienti);
  • obbligo per tutti (negozianti e clienti) di mascherine
  • obbligo di inserire all’ingresso del negozio dispenser per detergere le mano e/o guanti monouso;
  • obbligo di  mantenere la distanza di almeno un metro tra le persone;
  • è consigliabile dove possibile inserire pannelli di separazione tra lavoratori e clienti alle casse e sui banchi;
  • è obbligatorio l’esposizione di cartellonistica all’ingresso del negozio/attività (vedi sotto i cartelli)

 

SPECIFICHE PER IL SETTORE DELLA RISTORAZIONE 
premi qui

SPECIFICHE PER ATTIVITA’ TURISTICHE (stabilimenti balneari e spiagge)

premi qui

SPECIFICHE PER STRUTTURE RICETTIVE
premi qui

SPECIFICHE SERVIZI ALLA PERSONA (acconciatori ed estetisti)
premi qui

SPECIFICHE COMMERCIO AL DETTAGLIO
premi qui

SPECIFICHE COMMERCIO AMBULANTE (mercati e mercatini degli hobbisti)
premi qui

SPECIFICHE PALESTRE E PISCINE
premi qui

Con le ordinanze della Regione Toscana n. 59 e n. 60 sono state emanate ulteriori misure in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Avvio della Fase 2 per le seguenti categorie:

 


SANIFICAZIONE AZIENDALE

La sanificazione può essere fatta dal titolare del negozio ed è obbligatoria almeno una volta al giorno, utilizzando prodotti quali etanolo a concentrazioni pari al 70% ovvero i prodotti a base di cloro a una concentrazione di 0,1% e 0,5% di cloro attivo (candeggina) o ad altri prodotti disinfettanti ad attività virucida, concentrandosi in particolare sulle superfici toccate più di frequente (ad esempio porte, maniglie, tavoli, servizi igenici etc). Tali adempimenti devono essere ordinariamente registrati da parte del datore di lavoro o suo delegato, su supporto cartaceo o informatico, con auto-dichiarazione;

Va garantito, per quanto possibile, anche il ricambio di aria e la sanificazione  degli impianti di aerazione (pulizia filtri), che altrimenti dovranno rimanere spenti.


clicca qui per scaricare il registro di sanificazione aziendale


PROTOCOLLO ANTICONTAGIO

ATTENZIONE ! DALL’8 GIUGNO 2020 CON L’ORDINANZA 62 DELLA REGIONE TOSCANA NON E’ PIU’ OBBLIGATORIA LA TRASMISSIONE DEL PROTOCOLLO ANTICONTAGIO CHE BASTERA’ SCARICARE, COMPILARE, SOTTOSCRIVERE E CONSERVARE IN AZIENDA.

il protocollo anti-contagio, di cui all’Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale n. 48 del 3 maggio 2020, può essere trasmesso a Regione Toscana con le seguenti modalità:

  • compilazione on line sul sito https://servizi.toscana.it/presentazioneFormulari
    In questo caso il format del protocollo si aprirà automaticamente a video, durante la
    compilazione, con contenuti uguali a quelli riportati negli allegati alla presente delibera;
  • trasmissione tramite e-mail all’indirizzo protocolloanticontagio@regione.toscana.it
    compilando, per l’attività di competenza, lo specifico allegato. In tal caso alla mail dovrà essere allegato, oltre al protocollo, la copia del documento di identità in corso di validità del firmatario del protocollo; farà fede per la dimostrazione dell’avvenuta trasmissione, la copia della mail di trasmissione.non sono accettati protocolli trasmessi con PEC

Allegato 1 Format per tutte le attività lavorative che non prevedano rapporti con la clientela

Allegato 2 Format per attività commerciali

Allegato 3 Format per uffici privati, libere professioni e lavoratori autonomi

Per tutte le attività aperte alla data del 18 aprile 2020, per le quali non sia stato ancora trasmesso il protocollo secondo le disposizioni dell’ordinanza 38/2020, dovrà essere compilato il format on line  all’indirizzo sopra riportato o trasmesso il protocollo anti-contagio tramite e-mail, all’indirizzo email  sopra riportato, entro la data del 31 maggio 2020;

Per le altre attività la compilazione del protocollo dovrà avvenire entro 30 giorni dalla riapertura.

Coloro che hanno già inviato il protocollo tramite e-mail o tramite compilazione on line non devono inviarlo nuovamente.


CHECK LIST ANTICONTAGIO (documento autovalutazione del datore di lavoro)

Qui sotto in allegato è disponibile il documento aggiuntivo al Documento di Valutazione dei Rischi aziendale, che risponde a quanto richiesto dalle linee di indirizzo e dalle Ordinanze della Regione Toscana per la tutela della salute nei luoghi di lavoro non sanitari, e dal Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro.

Il documento, sotto forma di check-list, è stato redatto con l’obiettivo di fornire informazioni e facilitare l’autovalutazione del Datore di Lavoro nel rispetto delle specifiche caratteristiche dell’attività svolta.

E’ opportuno quindi per ogni attività scaricare e compilare la check list in riferimento alla propria situazione.

documento aggiuntivo al Documento di Valutazione dei Rischi

 

Per chiarimenti o assistenza è a disposizione il servizio Azienda Sicura nella nostra sede.


 

INFORMAZIONI AI DIPENDENTI

Il datore di lavoro è tenuto ad informare i dipendenti delle procedure anticovid 19 messe in atto dall’azienda, dotare i dipendenti dei dispositivi anticontagio personali (mascherine, gel ) e far firmare ai dipendenti un modulo dove si dichiara di aver provveduto alla consegna del materiale
il modello da firmare lo trovate in questo link –> premi qui

E’ attiva  la possibilità di fare i test sierologici gratuitamente presso alcuni laboratori privati di Prato. Al fine di valutare le migliori azioni di prevenzione della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro, il datore di lavoro dovrà assicurare la propria disponibilità a garantire spazi, quando necessari, e informazioni ai dipendenti e collaboratori dell’impresa che intendano volontariamente sottoporsi allo screening sierologico, secondo le modalità definite dalle specifiche Ordinanze del Presidente della Giunta della Regione Toscana (Visualizza Ordinanza)

La Regione Toscana  ha specificato che possono fare gratuitamente i test i titolari e i dipendenti delle attività commerciali che sono state aperte nel periodo di emergenza e quindi di negozi alimentari, edicole, librerie, ecc.

A Prato potete contattare

  • Laboratorio IAMA
    dal lunedì al venerdì al n. tel. 3883676306 o per email a mdl@iama.prato.it
  • Laboratorio DIAGNOSYS
    dal lunedì al venerdì al n. tel. 0574 31303 o per email a info@diagnosysprato.it

indicando nome azienda, indirizzo, n. dipendenti e tessere sanitarie delle persone interessate.


CARTELLONISTICA

E’ necessario informare clientela e dipendenti dei protocolli anticontagio. Ecco due nostri modelli da scaricare:

 

CONVENZIONI ATTIVATE PER I SOCI CONFESERCENTI

SANIFICAZIONE AZIENDALE
PRIMA SANIFICAZIONE SARA’ EFFETTUATA GRATUITAMENTE
TEL. 0574 15 90 693
clicca qui per visualizzare il contenuto della convenzione



PRODOTTI PER LA PROTEZIONE  E PER LA SANIFICAZIONE
CON IL PRIMO ACQUISTO (SPESA MINIMA 50€) GRATIS 25 MASCHERINE
TEL 0574 073650
clicca qui per visualizzare il contenuto della convenzione


KIT DI DISINFEZIONE MATERIALI
PRODOTTO COMPATIBILE CON TUTTI I TESSUTI SOLO LA SETA SE TENUTA TROPPO VICINA AL VAPORIZZATORE SI PUÒ DANNEGGIARE
EMAIL info@bibhascosmo.it
clicca qui per visualizzare il contenuto della convenzione


RICORDIAMO
CREDITO D’IMPOSTA SANIFICAZIONE: AGEVOLAZIONI PER L’ACQUISTO DI MASCHERINE E BARRIERE PROTETTIVE

Con il decreto Liquidità si amplia il novero delle tipologie di spese ammesse al credito d’imposta per le spese di sanificazione degli ambienti e degli strumenti di lavoro, attribuito agli esercenti attività d’impresa, arte o professione. Nello specifico, è ammissibile anche l’acquisto di dispositivi di protezione individuale compresi mascherine chirurgiche (Ffp2 e Ffp3), guanti, visiere di protezione e occhiali protettivi, tute di protezione e calzari. Agevolato inoltre l’acquisto dei dispositivi di sicurezza idonei a proteggere i lavoratori quali, ad esempio, barriere e pannelli protettivi. L’incentivo è attribuito, fino ad un massimo di 20mila euro per ciascun beneficiario, nella misura del 50% delle spese sostenute nel periodo d’imposta 2020. Il credito d’imposta non dovrà essere utilizzato esclusivamente a sostegno di interventi di sanificazione, ma potrà essere utilizzato anche per acquistare dispositivi per aumentare la sicurezza dei lavoratori in risposta all’emergenza Coronavirus (Covid-19).

AVVISO
BANDO DI INVITALIA PER SPESE IN STRUMENTI DI PROTEZIONE ANTICORONAVIRUS

Invitalia HA EMESSO una nuova misura per le aziende che acquistano o hanno già acquistato DPI (dispositivi di protezione individuali) finalizzati al contenimento e contrasto dell’emergenza epidemiologica Coronavirus. Il rimborso è concesso fino al 100% delle spese ammissibili e fino ad esaurimento della dotazione finanziaria disponibile (50 mln di euro).
INFO >> https://wp.me/p8axwe-20N

CORONAVIRUS per visualizzare tutti i decreti

premi nell’immagine per accedere alla pagina