La Regione Toscana ha pubblicato i nuovi bandi con  la Delibera n. 318 del 29 marzo 202,  per l’erogazione di contributi a fondo perduto diretti alle categorie più penalizzate dalle restrizioni pandemiche. Per sostenerli sono stati stanziati 25 milioni di euro, di cui 11 milioni  e 530 mila avanzati dai bandi precedenti,  5 milioni già disponibili nel bilancio regionale e altri 8 milioni e 600 mila euro. Al termine del periodo utile previsto per ciascun bando, saranno formate graduatorie di assegnazione  in base al calo del fatturato, con perdite di almeno del 30 per cento.

Di seguito tempi e condizioni per la presentazione delle domande:

-> artigianato artistico: 3 milioni e 800 mila euro, domande dal 16 al 30 aprile;

-> filiera della ristorazione : 4 milioni di euro a disposizione del bando bis con le richieste di partecipazione che potranno essere spedite dal 4 al 18 maggio ( 2 milioni a disposizione dei ristoranti ed altri 2 per i fornitori).
Nota bene: i ristoratori/bar/ che hanno già ricevuto un contributo con il primo bando non potranno partecipare di nuovo.

-> dal 19 maggio al 3 giugno invece sarà aperto il bando per gli organizzatori di eventi (matrimoni compresi dunque anche l’indotto), per le imprese dello svago, gli spettacoli viaggianti e l’attività sportiva: sono stati stanziati 2 milioni e 730 mila euro.
Nel dettaglio un milione sarà riservato a palestre e impianti sportivi, 230 mila euro allo spettacolo viaggiante e itinerante, un milione e mezzo per tutto l’indotto legato all’organizzazione di matrimoni ed eventi (fotografi e fiorai, ad esempio).
 
-> Due, infine, saranno gli interventi rivolti al mondo del turismo: 14 milioni e 600 mila euro le risorse complessivamente a disposizione, tra cui anche i fondi stanziati di recente del governo. Per l’attivazione di queste due misure si aspetterà la conversione del decreto legge “Sostegno” del 13 marzo.
– 6 i milioni destinati a taxisti, noleggiatori con conducente, guide ed agenzie di viaggio (verrà data priorità a chi è rimasto escluso dal click day)

-8 milioni e 600 mila euro le risorse rivolte alle strutture ricettive.

Per accedere ai bandi:

  • Nessun click day: graduatorie in base a flessione di fatturato con perdite almeno del 30 per cento; ( precedente bando 40%)
  • ristoro potrà essere max da 2500 euro per attività.
  • aver avuto in tutto il 2020 un calo di fatturato (o dei corrispettivi) pari almeno al 30 per cento.
  • per chi nel 2019 non era attivo (e non si possono dunque fare raffronti) il ristoro sarà concesso in base ai mesi di attività nel corso del 2020.
  • La procedura sarà molto semplice, ma necessiterà  sempre di firma digitale;
  • Corsia facilitata anche per il pagamento: per chi è a posto, anche con la regolarità contributiva dichiarata,verrà liquidato immediatamente il contributo sul conto corrente nel momento in cui sarà pubblicata la graduatoria.

Per ulteriori informazioni rivolgersi presso i nostri uffici. tel. 0574 40291