Tra le novità introdotte in ambito fiscale e tributario dal Decreto PNRR 2, in vigore dal 1 maggio, c’è l’obbligo di fatturazione elettronica con utilizzo del Sistema di Interscambio (SdI) che, dal 1° luglio 2022, viene esteso ai soggetti in regime forfettario, in regime “di vantaggio” e ad associazioni sportive dilettantistiche ed enti del terzo settore che hanno esercitato l’opzione per l’applicazione del regime speciale ai fini dell’Iva e delle imposte sui redditi e che, nel periodo d’imposta precedente, hanno conseguito proventi da attività commerciali per un importo non superiore a 65mila euro. 

Rimangono esclusi dall’obbligo, fino al 31 dicembre 2023, i soggetti passivi Iva che, nell’anno precedente, hanno conseguito ricavi/compensi, ragguagliati ad anno, non superiori a 25mila euro, per i quali l’obbligo di fatturazione elettronica tramite lo SdI scatterà soltanto dal 1° gennaio 2024. 

I clienti con servizi Confesercenti verranno contattati dai propri consulenti per l’attivazione del servizio.