SABATO 19 NOVEMBRE 2022

Quarto appuntamento di “Appunti di Viaggio: racconti di Toscana tra Cultura e Cibo” organizzato da Confesercenti Prato nell’ambito del progetto di Vetrina Toscana, la rete regionale che promuove ristoranti, botteghe e produttori.

Si svolgerà Sabato 19 Novembre 2022. Si tratta di una passeggiata che parte dal Mulino Bardazzi, luogo centenario di produzione di farina che inizia la sua storia nel 1919 quando Quintilio Bardazzi acquista il molino ad acqua denominato “di sotto” o “la ripresa” a Vaiano, sull’argine del Bisenzio. Nel 1938 è il figlio Ciro, avvia un importante progetto di ammodernamento che porterà all’inaugurazione nel 1940 del primo molino moderno a torre della Valbisenzio. Da allora la passione per l’antica arte di trasformare i migliori grani in pregiate farine si è tramandata di padre in figlio e continua ancora oggi. L’arrivo è alla Badia di san Salvatore, chiesa, di origine longobarda, facente parte di un potente monastero, fondato nel IX secolo dai benedettini e ricostruito nel XII secolo, dopo il passaggio alla Congregazione vallombrosana. L’abbazia esercitò un’azione considerevole sul territorio e ancora oggi, nonostante le trasformazione occorse nei secoli si può ammirare un chiostro quattrocentesco e, all’interno della chiesa, benché rimaneggiato, si conservano dipinti di Orazio Fidani e Giovanni Maria Butteri, un percorso tra cibo e storia, arte e natura che racconta al meglio il territorio di Vaiano.

Itinerario per il dopo pranzo: sulla via del ritorno ci incammineremo per una breve passeggiata per ammirare i maestosi castagni che circondano la frazione montana. I castagneti di Migliana sono un’eredità importante lasciata dai nostri nonni per i quali castagne e farina dolce rappresentavano una fonte importante di energia per i lavori del bosco e la base dei pasti quotidiani. Tutt’ora c’è una grande cura dei castagneti secolari e nel mese di novembre è possibile imbattersi in “cannicciaie” (essiccatoi) accese: la brace costituita da legno di castagno scalda lentamente il frutto steso sui graticci del piano superiore dell’edificio, per un mese circa, con una sorveglianza quotidiana. Quando il frutto si sarà essiccato verrà separata la buccia dalla polpa e portata al mulino, da cui uscirà la prelibata farina dolce della Val di Bisenzio.

L’itinerario prevede la passeggiata e successivamente il pranzo con prodotti tipici.

La visita è a cura dell’Associazione ArteMia di Prato.

PROGRAMMA:

Ritrovo ore 10.00

Passeggiata di circa 2 ore

Ore 12.30 trasferimento con mezzi propri per pranzo presso Ristorante La Castagna (Via della Casaccia, 6/10, Migliana)

MENU’:

Tortelli di patate con salsa di pomodoro Borsa di Montone

Arista con castagne e cipollotti

Nido di biscotti di Prato con crema chantilly e riduzione di Vin Santo e arancia

Acqua, vino da tavola toscano 1/4 a testa , caffè

La farina dei tortelli di patate è del Mulino Bardazzi di Vaiano, le patate sono di un’azienda agricola di Migliana, come le uova. La salsa di pomodoro Borsa di Montone (PAT) è realizzata con passata da prodotto fresco fornito dall’azienda agricola Selvapiana di Cantagallo. Le castagne che accompagnano l’arista sono di aziende agricolo/forestali di Migliana. I biscotti di Prato sono un PAT, il Vin Santo è un vino liquoroso tipico toscano.

COSTO EVENTO:

25,00 € a persona tutto incluso compreso il pranzo con prenotazione obbligatoria

Seguiranno maggiori dettagli sull’evento.

PER INFO E PRENOTAZIONI:

Confesercenti Prato

Tel. 0574 40291

dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 17.00 dal lunedì al giovedì

whatsapp 377 1745809

email direzione@confesercenti.prato.it