Apre lo sportello per prenotare il bonus pubblicità relativo agli investimenti effettuati o da effettuare nel 2021. A seconda della tipologia degli investimenti pubblicitari, se su stampa o su tv/radio locali, ci sono requisiti di accesso e modalità di calcolo differenti.


Per gli anni 2021 e 2022, quindi, coesistono due regimi:

– per gli investimenti pubblicitari su giornali quotidiani e periodici, anche in formato digitale (stampa): il regime straordinario dettato dalla legge di Bilancio 2021;

– per gli investimenti pubblicitari sulle emittenti televisive e radiofoniche locali: la disciplina ordinaria prevista dall’art. 57-bis del D.L. 50/2017.

Investimenti stampa

Per gli investimenti sulla stampa, l’applicazione del regime straordinario, fa venir meno il presupposto dell’incremento minimo dell’1% dell’investimento pubblicitario, rispetto all’investimento dell’anno precedente, quale requisito per l’accesso all’agevolazione. Ciò comporta che, per gli investimenti pubblicitari su giornali quotidiani e periodici, anche in formato digitale. Il credito d’imposta è riconosciuto nella misura unica del 50% del valore degli investimenti pubblicitari. In pratica, il credito d’imposta si calcola sull’intero volume di investimenti.

Emittenti televisive e radiofoniche locali

Per quanto riguarda, invece, gli investimenti sulle emittenti televisive e radiofoniche locali, il credito d’imposta è riconosciuto nella misura unica del 75% del valore incrementale, purché pari o superiore almeno dell’1%, degli analoghi investimenti effettuati sullo stesso mezzo di informazione nell’anno precedente.

Come si prenota il credito d’imposta

Le imprese, i lavoratori autonomi e gli enti non commerciali che intendono prenotare il bonus per gli investimenti in campagne pubblicitarie effettuate o da effettuare nel 2021 devono trasmettere apposita comunicazione dal 1° marzo al 31 marzo 2021 tramite i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate, attraverso l’apposita procedura disponibile nella sezione dell’area riservata “Servizi per” alla voce “Comunicare”, accessibile con le credenziali SPID, Entratel e Fisconline, o Carta Nazionale dei Servizi (CNS). Si evidenzia che sono ammessi gli investimenti pubblicitari in emittenti televisive e radiofoniche locali, analogiche o digitali, iscritte al ROC e in giornali quotidiani e periodici, pubblicati in edizione cartacea o in formato digitale, registrati presso il Tribunale, ovvero presso il ROC, e dotati del Direttore responsabile.

Per ulteriori informazioni contattare i nostri uffici. tel. 0574 40291