Dal 1 al 30 settembre è possibile presentare le domande di accesso al tax credit edicole 2022, a favore degli esercenti che si occupano, in via esclusiva, della vendita al dettaglio di giornali, riviste e periodici

Le istanze possono essere inviate esclusivamente per via telematica dal titolare o dal rappresentante legale dell’impresa, dall’area riservate del portale impresainungiorno.gov.it, accessibile con:

  • SPID
  • Carta nazionale dei servizi (CNS)
  • Carta d’identità elettronica (CIE)

Per assistenza per l’accesso al portale o per la compilazione della domanda:

  1. Consultare il manuale utente della procedura oppure 
  2. Contattare l’Help Desk al numero 0664892717 dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 17:00. Per richieste di chiarimento sul credito di imposta inviare un messaggio all’indirizzo di posta elettronica credito.edicole@governo.it.

Il bonus edicole, introdotto dalla legge di bilancio 2019, è stato esteso dalla legge di bilancio 2021 anche agli anni 2021 e 2022 come modificata dal decreto “Sostegni-bis”.

Il credito d’imposta è riconosciuto:

  • agli esercenti attività commerciali operanti esclusivamente nella vendita al dettaglio di giornali/riviste/periodici;
  • alle imprese di distribuzione della stampa che riforniscono giornali quotidiani e/o periodici rivendite situate in Comuni con una popolazione inferiore a 5.000 abitanti e in Comuni con un solo punto vendita.

Tax credit edicole: novità 2022

La misura agevolativa di cui all’articolo 1, commi da 806 a 809, della legge 30 dicembre 2018, n. 145 è stata rinnovata, con alcune modifiche, per gli anni 2021 e 2022:

  1. la platea dei destinatari. Per gli anni 2021 e 2022, possono accedere al beneficio : 
    •  Gli esercenti attività commerciali che operano esclusivamente nel settore della vendita al dettaglio di giornali, riviste e periodici 
    • Le imprese di distribuzione della stampa che riforniscono di giornali quotidiani o periodici rivendite situate nei comuni con popolazione inferiore a 5.000 abitanti e nei comuni con un solo punto vendita; 
  2. Le spese ammesse all’agevolazione. Per gli anni 2021 e 2022 sono state aggiunte alle spese cui è parametrato il credito anche gli importi pagati nell’anno precedente per l’acquisto o il noleggio di registratori di cassa o registratori telematici e di dispositivi POS. 

Lo stanziamento previsto, che costituisce limite di spesa, ammonta a 15 milioni di euro per ciascuno dei due anni. 

Si ricorda che resta ferma la misura massima dell’agevolazione, stabilita in euro 4.000. 

Anche per gli anni 2021 e 2022 le domande di ammissione potranno essere presentate, come per gli anni precedenti, dal 1° al 30 settembre di ciascun anno.

Tax credit edicole 2022 e codice tributo per F24

Il credito di imposta è utilizzabile unicamente in compensazione presentando il modello F24 esclusivamente attraverso i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate, a partire da quinto giorno lavorativo successivo alla presente pubblicazione.

Ai fini della fruizione del credito d’imposta è necessario indicare, in sede di compilazione del modello F24, il codice tributo 6913, istituito dall’Agenzia delle Entrate con Risoluzione 107/E del 2019.

Per ulteriori informazioni contattare i nostri uffici. Tel. 0574 40291